Margherita… da 40 anni!

Ciao, sono Margherita e oggi compio 40 anni. Olé!

C’è una specie di demonizzazione diffusa per questo quarantesimo compleanno. E in effetti, un anno fa, fra i miei amici di università, qualcuno scrisse su Facebook che se scrivi “40” in base esadecimale invece di decimale, la stessa quantità corrisponde alla scrittura “28”: uhm, non male! 😉

…perché è sempre una questione di punti di vista, da come ti poni di fronte alle cose e di cosa vuoi leggere. Quindi, a proposito di numeri, ho visto sorgere il sole 14.610 volte: qualche volta il sole è sorto ed è stato bello alto e caldo nel cielo, altre volte più tiepido; qualche volta c’è stata la nebbia, anche fitta; altre volte è stato come una specie di notte boreale.Anzitutto, il sito dove ho fatto il conto delle albe, mi ha detto che il giorno centrale fra quel 1976 e oggi è, banalmente, il 13 dicembre 1996. Un compleanno che ricordo molto bene. 20 anni, un marito e un figlio di tre mesi fra le braccia… A 16 anni andavo ripetendo che non mi sarei sposata e fatto figli prima dei 40 anni! Ecco, meno male che è andata in maniera totalmente differente: a pensarci oggi, direi che ho dedicato le migliori energie, il migliore entusiasmo e la migliore incoscienza che potessi avere ai miei tre uomini. Le energie, l’entusiasmo e l’incoscienza (che un po’ ne ho ancora, eh!) di oggi sono mature per avventure, obiettivi e sfide diverse. Cioè… a pensare di fare adesso ciò che ho fatto negli ultimi 20 anni, non credo che ci riuscirei con gli stessi risultati. Insomma, va benissimo così. :-Se dovessi riassumere con una sola parola come mi sento oggi e come voglio vivere i prossimi anni (ambisco ai 96 raggiunti da mio nonno paterno, in lucidità), è “consapevole“. Una consapevolezza che ho conquistato, anche con fatica, in questi ultimi anni. Una consapevolezza personale: so chi sono e chi voglio essere. Una consapevolezza di affetti: so chi mi vuole bene, so su chi posso contare e so con chi voglio continuare a camminare. Una consapevolezza professionale: so cosa so fare, cosa mi piace fare, come mi piace lavorare, con chi mi piace lavorare e quali sono i progetti e le persone con cui voglio impegnarmi.

Chi sono oggi e come voglio continuare a vivere sono riassunti, si fa per dire con le 40 canzoni (in ordine sparso) che sono un po’ la colonna sonora di questi 40 anni. Sono quelle canzoni che mi hanno accompagnato fin qui, che hanno fatto da sottofondo a molti momenti importanti di crescita. Le condivido con voi. Se mi conoscete bene, mi ritroverete fra strofe e ritornelli. Se non mi conoscete, beh, sempre lì, fra le note e le parole, saprete chi è Margherita oggi e come ci è arrivata.

Ci sono tante emozioni nel mio cuore oggi. Sono grata perché sono qui, posso respirare, vedere, annusare, ascoltare, camminare, cantare. Sono soddisfatta di come è andata finora. Sono piena di entusiasmo, obiettivi e buoni propositi perché c’è sempre margine di miglioramento.

Concludo, ricordando una vecchina che qui in paese aveva raggiunto i 104 anni di età. Una volta ero stata a trovarla con i bambini a cui facevo catechesi e qualcuno di loro le chiese quale fosse il segreto per arrivare ad un così importante traguardo. Ci disse che la sera prima di coricarsi ringraziava il Signore per averla fatta arrivare fino a sera e chiedeva la grazia di vivere un giorno ancora, e che non essendo avida nel chiedere – lei disse furba! -, il Signore l’aveva accontentata giorno per giorno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

venti − 15 =

Questione di Attimi

Copyright © 2017 Margherita Pelonara
CF PLNMGH76T53E388Z · PIVA 02644060424
Credits: Web & Social Solutions · I miei contatti
Privacy Policy · Cookie Policy
Fatto con , &