Buon Viaggio Cesare Cremonini - Ispirazioni in musica

Buon Viaggio

Buon viaggio
Che sia un’andata o un ritorno
Che sia una vita o solo un giorno
Che sia per sempre o un secondo
L’incanto sarà godersi un po’ la strada
Amore mio comunque vada
Fai le valigie e chiudi le luci di casa
Coraggio lasciare tutto indietro e andare
Partire per ricominciare
Che non c’è niente di più vero
Di un miraggio
E per quanta strada ancora c’è da fare
Amerai il finale

Share the love
Share the love
Share the love
Share the love
Share the love
Share the love
Share the love
Share the love

Chi ha detto
Che tutto quello che cerchiamo
Non è sul palmo di una mano
E che le stelle puoi guardarle
Solo da lontano
Ti aspetto
Dove la mia città scompare
E l’orizzonte è verticale
Ma nelle foto hai gli occhi rossi
E vieni male
Coraggio lasciare tutto indietro e andare
Partire per ricominciare
Che se ci pensi siamo solo di passaggio
E per quanta strada ancora c’è da fare
Amerai il finale

Share the love
Share the love
Share the love
Share the love
Share the love
Share the love
Share the love
Share the love

Il mondo è solo un mare di parole
E come un pesce puoi nuotare solamente
Quando le onde sono buone
E per quanto sia difficile spiegare
Non è importante dove
Conta solamente andare
Comunque vada
Per quanta strada ancora c’è da fare

Share the love
Share the love
Share the love
Share the love
Share the love
Share the love
Share the love
Share the love

Buon viaggio
Che sia un’andata o un ritorno
Che sia una vita o solo un giorno
E siamo solo di passaggio
Voglio godermi un po’ la strada
Amore mio comunque vada
Buon viaggio

Share the love
Share the love
Share the love
Share the love
Share the love
Share the love
Share the love
Share the love

Sto lavorando dal ristorante dell’Ikea e ho una playlist su Spotify che ascolto per concentrarmi non sulle pubblicità della bottega svedese, ma sul lavoro di migrazione che sto facendo. In questa playlist ci sono un po’ tutte le mie canzoni di ispirazione, quelle che mi assomigliano di più, quelle che raccontano di me, quelle legate a momenti e a riflessioni, quelle che mi hanno lasciato un punto di vista diverso, quelle che ascolto volentieri per ritrovarmi.

E arriva lei, ora. È con l’ispirazione di questa canzone nelle orecchie che sono uscita dalla stanza della psicologa, una delle prime volte, forse addirittura la prima volta che ci sono andata. “Buon viaggio”: quell'”andata” e quel “ritorno” dalla ricerca di me stessa, la me più autentica, la me più libera da condizionamenti, la me più reale possibile.

“Coraggio, lasciare tutto indietro e andare, partire per ricominciare”: era l’invito a sbilanciarsi in avanti, a fare il primo passo verso questo percorso di riappriopriazione di consapevolezze, affrontando strade non sempre facili da percorrere. Perché? Perché vale sempre la pena di fare un viaggio dentro se stessi, “perché siamo solo di passaggio”, nel viaggio dentro noi stessi. E non solo: anche su questa terra. Precari e transitori. E allora, “per quanto sia difficile spiegare, non è importante dove: conta solamente andare. Comunque vada, per quanta strada ancora c’è da fare”, “amerai il finale”.

PS: …e poi “#ShareTheLove” è tanto social e mi assomiglia tanto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

due × quattro =

Questione di Attimi

Copyright © 2017 Margherita Pelonara
CF PLNMGH76T53E388Z · PIVA 02644060424
Credits: Web & Social Solutions · I miei contatti
Privacy Policy · Cookie Policy
Fatto con , &